Terre di Musica | viaggio tra i beni confiscati alla mafia

TERRE DI MUSICA

viaggio tra i beni confiscati alla mafia

Il libro e il film

Presentazione del progetto

 

TERRE DI MUSICA - copertina + label_ridIL LIBRO E IL FILM

Libro + film DVD (Editrice ZONA)

TERRE di MUSICA è un progetto musicale e culturale, ideato da Salvatore De Siena, leader del Parto delle Nuvole Pesanti, e realizzato dalla band in giro per l’Italia nell’arco di due anni, con la collaborazione di Arci e Libera.
Un viaggio a tappe da Corleone a Trapani, dalla Piana di Gioia Tauro ad Isola Capo Rizzuto, da Mesagne a Cerignola, da Casal di Principe a Castel Volturno, fino a Roma, Bologna, Torino e Milano, per documentare l’esperienza dei beni confiscati, raccontare le storie delle tante persone, spesso giovani, che ci lavorano tra mille difficoltà, intimidazioni e vandalismi, e far comprendere che i beni confiscati non rappresentano solo un valore simbolico, ma anche una risorsa, un modello di sviluppo economico e sociale alternativo.
Di questo viaggio sono stati realizzati un libro e un film documentario che raccolgono le note storiche, sociali e culturali dei beni confiscati alla mafia nonché l’esperienza umana dei suoi protagonisti. Un viaggio emozionante e umanamente arricchente, fatto con la convinzione che la legalità possa svilupparsi a partire dalle piccole azioni e che la musica, il cinema, la letteratura siano linguaggi capaci di arrivare alla gente con maggiore facilità e immediatezza.
Il cofanetto (libro+Dvd) è pubblicato da Editrice ZONA e sarà disponibile nelle librerie a partire dal 21 marzo 2015. Sarà acquistabile anche on line sul sito www.partonuvolepesanti.com e disponibile in formato e-book.

Per vedere il trailer del film clicca QUI

Per vedere il video del brano “Fuori la mafia dentro la musica” clicca QUI

 

IL PROGETTO TDM2

Premessa

I musicisti del Parto delle Nuvole Pesanti hanno fatto dell’impegno civile un tratto distintivo del proprio progetto artistico. Dalla consapevolezza che la legalità possa svilupparsi a partire dalle piccole azioni, è nato il progetto Terre di  Musica con la convinzione che la musica, il cinema e la letteratura siano linguaggi capaci di arrivare alla gente con maggiore facilità e immediatezza.

Scopi del progetto

Terre di Musica è un viaggio tra i beni confiscati alla mafia e gli scopi del progetto sono quelli di sensibilizzare la gente sul tema della lotta alle mafie e far comprendere che i beni confiscati non rappresentano solo un valore simbolico, ma anche una risorsa reale per la costruzione di un modello di sviluppo economico e sociale alternativo, caratterizzato dai principi di legalità, socialità umana e sostenibilità ambientale.

Cofanetto con film, libro e foto + disco

Il Parto delle Nuvole Pesanti a sostegno del progetto Terre di Musica ha pubblicato di recente un nuovo disco dal titolo Che aria tira, definito un album di musica civile.Inoltre,del viaggio ha realizzato un cofanetto contenete un film documentario e un libro reportage, in cui saranno raccolte le note del viaggio stesso, e corredato da un album fotografico dei luoghi e dei protagonisti.

EVENTI REALIZZATI

Grazie a questo progetto il Parto è diventato Testimonial artistico della Carovana Internazionale antimafia

Inoltre, il progetto è stato finora presentato nei seguenti importanti luoghi, trasmissioni, eventi e scuole:

Roma, concerto 1° maggio 2016 – Piazza San Giovanni

TG2 – Rai , servizio di Francesca Nocerino

RadioRai3, intervista

RaiTg3 Nazionale, servizio

Rai3 Emilia Romagna, Buongiorno Mattina, intervista

Rai3-Tg3 Emilia Romagna, intervista e servizio

Rai3-Tg3 Calabria, intervista e servizio

France 3 (emittente pubblica francese), servizio

Berlino, Albert-Einstein-Gymnasium, libro

Berlino, Associazione Mafia, Nein Danke, film

Basilea (Svizzera), Università Petersplatz, libro

Lamezia Terme (Cz), Trame-Festival dei libri sulle mafie, reading teatrale e film

Casalecchio di Reno (Bo), Politicamente Scorretto, diretto da Carlo Lucarelli, reading teatrale e film

Genova, Biblioteca universitaria, libro

Bolzano, Teatro Cristallo, Giornata della legalità, con la partecipazione del magistrato G. Caselli, libro e concerto

Bologna, Cineteca nazionale

Bologna, Festa dell’Unità, con la partecipazione di Sandro Ruotolo, libro e concerto

Bologna, Liceo Classico Minghetti, film

Reggio Calabria, Università, libro

Pisa, Festa dei Calabresi, in collaborazione con Libera, Istituto Tecnico, concerto e libro

Corleone (Pa), centenario della uccisione del sindaco Bernardino Verro, concerto

Sinalunga (Si), Festival La città dei Narratori, libro

Tavarnelle Val di Pesa (Fi), La nuova resistenza, concerto e film

Cosenza, Piazza, concerto diretto dal Maestro Peppe Vessicchio

Modena, Teatro La Tenda, reading teatrale

Ferrara, reading teatrale

Lucca, Gruppo Libera Liceo Scientifico Vallisneri, film

Olgiate Molgora (Lc), campo estivo della legalità, in collaborazione con Arci, libro

Isola Capo Rizzuto (Kr), Cooperativa Terre Joniche, film

Riace (Rc), in collaborazione con Legambiente, libro

Gerace (Rc), con la partecipazione di Nicola Gratteri, Procuratore di Reggio Calabria, libro

Cirò Marina (Kr), Teatro Alikia, reading teatrale

Monasterace (Rc), evento in collaborazione con gruppo cooperativo Goel, concerto

Mesoraca (Kr), Liceo Scentifico Satriani, film

Strongoli (Kr), Aspettando La Carovana, film

Cutro (Kr), Aspettando La Carovana, reading teatrale

Reggio Calabria, Università Mediterranea, film e incontro con Nicola Gratteri

Roma, Cinema Palazzo, film e dibattito

Rolo-Reggio Emilia, film e dibattito

CAMPANIA2

I CONTENUTI DEL PROGETTO

Beni confiscati alla mafia: ancora tanto da fare

Sono trascorsi quasi vent’anni dall’entrata in vigore della legge 109/96 che ha introdotto il principio della destinazione sociale dei beni confiscati alla mafia. In questi anni tante cose sono state fatte. Sono nate le cooperative con tanti giovani al lavoro e si è rientrati in possesso di tanti beni immobili affidati alla collettività, tramite progetti di riutilizzo a fini sociali. Ma tante cose ancora rimangono da fare. Anni e anni per assegnare i beni, mancanza di finanziamenti per ristrutturarli, con rischio di compromettere i progetti di riutilizzo sociale. Per non parlare degli attacchi quotidiani, furti, distruzioni devastazioni e intimidazioni mafiose, a cui si sopperisce con la rete di alleanze, collaborazioni e solidarietà che le associazioni, le cooperative e tanti privati sono riusciti a costruire.

Idea artistica e temi portanti

Il progetto ideato da Salvatore De Siena, fondatore e cantante del Parto delle Nuvole Pesanti, s’incentra su alcuni temi portanti: la musica, la letteratura, il cinema ed il viaggio. L’idea artistica che ha dato forma a questi temi è stata, appunto, quella di un viaggio che ha accomunato diversi soggetti e che ha fatto tappa in diverse terre e beni  confiscati alla mafia, dislocati su tutto il territorio nazionale.

Protagonisti

Protagonisti del viaggio, insieme ai musicisti del Parto delle Nuvole Pesanti, sono stati i giovani e tutte quelle persone, gruppi, associazioni, che gestiscono le terre ed i beni confiscati alla mafia.

 Luoghi in cui è stato realizzato il progetto

Le tappe di realizzazione del progetto sono state le seguenti:

SICILIA, Coop. Lavoro e non solo (Corleone – Pa); Calcestruzzi Ericina –(Trapani).

CALABRIA, Coop. Terre Joniche (Isola Capo Rizzuto – Kr); Coop. Valle del Marro (Polistena – Rc).

CAMPANIA,Associazione ‘La Forza del Silenzio’ (Casal di Principe – Ce); Nuova Cucina Organizzata (San Cipriano d’Aversa – Ce); Coop. Le Terre di Don Peppe Diana (Castel Volturno – Ce); Coop. Altri Orizzonti, Casa di Alice (Baia Verde, Castel Volturno – Ce); Coop ‘Al di là dei sogni’, Alberto Varone (Maiano di Sessa Aurunca – Ce).

PUGLIA, Coop. Terre di Puglia (Mesagne – Br); Coop. AlterEco, Terra Aut e Coop. Pietra di scarto, Francesco Marcone (Cerignola – Fg).

EMILIA ROMAGNA, Giornata della memoria e dell’impegno, manifestazione bolognese; Master universitario sui beni confiscati (Bologna).

PIEMONTE Cascina Caccia (San Sebastiano da Po – To); Bar Italia (Torino).

LOMBARDIA Casa Chiaravalle (Milano);  Casa Amore (Bergamo)

LAZIO Collina della Pace, ristoranti e pizzerie del Centro (Roma); Lido Faber Beach (Ostia – Roma); Giornata Nazionale della memoria e dell’impegno (Latina).